Il Buffone di corte nasce nel 1998, con l’intento di far rivivere la magia degli artisti girovaghi che si esibivano tra l’alto medioevo e i primi decenni del XVII secolo.
Poeti, trovatori, musici, saltimbanchi, imbonitori, buffoni, cantastorie percorrevano le vie d’Europa prestando i propri servigi in cambio di ospitalità, cibo, favori e denari.
Vuoi per la voglia di viaggiare, vuoi per la passione per la storia medievale e per quella innata propensione al teatro e alla finzione che mi contraddistingue fin dall’età di bambino, nell’estate del 1996, dopo aver assistito allo spettacolo di una nota compagnia umbra, sul sagrato di una chiesa nell’ambito di una curatissima rievocazione storica, non ho più abbandonato l’idea di vestire i panni di un giullare menestrello, irriverente e zelante, allegro e parossistico, adorabile e detestabile, abile e goffo.
La scelta prese vita nell’ambito delle innumerevoli rievocazioni storiche che costellano il nostro territorio e dall’intento di riproporre una sfaccettatura filologica delle forme di teatro e spettacolo di epoca medievale, partendo dalla cura dei costumi e dalla revisione linguistica del volgare italiano del XIII e XIV secolo.
Gli ultimi anni hanno visto affrancarmi dalla sola figura del Buffone; il Bianconiglio (esperienza teatrale con il Teatro delle Isole) e il Dottor Sottile, personaggio estremo, agitato, cinico, cattivo ai limiti della censura, sono gli ultimi lavori che propongo a fianco della maschera più nota di Sigismondo, lo Buffone di Corte.
 
 
 
 
 
Nel corso degli anni ho collaborato con le seguenti compagnie:
 
La Creativendoleria - Spello
Teatro delle Isole - Pesaro
 
Mi sono esibito dal 1998 in alcune tra le più importanti manifestazioni a carattere storico del centro Italia e in molte altre città e paesi; tra le principali e più recenti cito:
 
Bevagna (PG) “mercato delle Gaite” rievocazione medievale
Solomeo (PG) “de le nobili arti, de li giochi e de lo piatto rustico” rievocazione medievale
Pesaro (manifestazioni varie)
Laon (Francia) Feste medievali
Corridonia (MC) “palio della Margutta” rievocazione medievale
San Leo (PU) “San Leo incontra Francesco” rievocazione medievale
Sant’Angelo in Lizzola (PU) “Palio dei Mamiani” rievocazione rinascimentale
Monteriggioni (SI) “feste medievali”
Corinaldo (AN) “contesa del pozzo e della polenta” festa rinascimentale
Pian di Meleto (PU) “Palio dei conti Oliva” rievocazione medievale
Norcia (PG) (manifestazioni varie)
Foligno (PG) “giostra della quintana”
Monastero del Beato Sante (PU) Andar per fiabe
Candelara (PS) candele a Candelara
Ancona “Festa dei Popoli”
Pescarzo di Capo di Ponte (BS) “Immaginarti”
Camerano (AN) “Festa del Rosso Conero”
Olevano Romano (Roma) “Dies in Castro Olibani A.D. 1364” Festa medievale
Castello di Montefabbri (PU) “Fiesta Globàl” Festival delle arti globali
Orte (VT) “Ottava de Santo Egidio” Rievocazione Medievale
 
 
"Difficile da gestire per un regista, ha la memoria di un pesce rosso. Poi si va in scena e la maestria dell’improvvisazione, la capacità di catturare l’attenzione con leggerezza, ti colpisce irrimediabilmente al cuore.
Mite e gentile nella quotidianità; quando indossa il costume con i campanelli, fa e dice cose che tutti gli invidiamo e di cui non abbiamo il coraggio. Scanzonato, attaccabrighe per gioco, irriverente con il pubblico da non poterne più fare a meno. Una vera  maschera, dietro alla quale si nasconde un fine conoscitore dei vizi e delle virtù dell’animo umano.
Genio, è un aggettivo abusato, ma ho il sospetto di conoscerne uno”
Gianluca Vincenzetti
regista
 
home